INIZIATIVE CARITATIVE

UN POZZO PER CHI HA SETE
 
Durante le festività natalizie, su iniziativa dell'attivissimo ed eclettico Don Elpidio LILLO parroco di S. Erasmo, sono stati raccolti ben 15.000.000 per la costruzione di un pozzo in Africa centrale. Dove intere popolazioni sono costrette ad incamminarsi per chilometri, per procurarsi una brocca d'acqua. Don Elpidio ci aggiorna sulla situazione: «Grazie alla bontà e alla generosità degli abitanti del rione, l'anno scorso con la raccolta di fondi e al vendita di prodotti realizzati a mano dalle popolazioni africane, è stato possibile costruire una scuola a Manapisoa nel Madacascar, regalando così la speranza di guardare ad un futuro migliore agli abitanti di queste disastrate terre». Viene così ad incastrarsi un altro importante tassello, nel mosaico missionario della parrocchia di S. Erasmo. 
 
 
 
COSTRUIAMO UNA SCUOLA PER MANAPISOIA
 
L’evento del Giubileo ci mette davanti a seri interrogativi per la nostra conversione. E di questo se ne parla tanto che si rischia di far rimanere il tutto a livello di parole. Il Giubileo, è innanzitutto l’occasione o il momento favorevole per scoprire più profondamente la misericordia di Dio. Questo può accadere solo se l’uomo entra in una piena coscienza di povero peccatore. “La dove ha abbandonato il peccato ha sovrabbondato la grazia”, così ci ammonisce S. Paolo per vivere profondamente il dono della misericordia. Come può l’uomo, riconciliarsi se non riconosce il suo peccato? Come può l’uomo, ritornare verso Dio, se non sente il peso del lacerante allontanamento?
 
 
Questo è il tempo di inquadrare in una logica di vera conversione le stesse conseguenze del peccato: l’egoismo, l’avarizia, l’accaparramento, l’arroganza, la prepotenza ecc. Potremmo restare ancor di più nel mondo delle belle parole, se partendo dall’esperienza biblica e dal concetto storico che il termine Giubileo ha significato presso il popolo d’Israele, inteso come condono di tutti i debiti. Abbiamo voluto raccogliere quest’invito dell’esperienza giubilare, cercando di restituire qualcosa a chi è più bisognoso di noi gemellandoci con il villaggio di Manapisoa, aiutandolo a costruire una scuola per i ragazzi del villaggio stesso. C’è chi è più a sud di noi e, questi bambini sicuramente lo sono.
 
FESTA DELLA MAMMA
 
Quest’anno è stata vissuta in modo veramente speciale! Il gruppo missionario, guidato da Suor Santina, ha invitato tutte le mamme che hanno aderito al progetto di adozione a distanza a partecipare alla Celebrazione Eucaristica delle 11,30 per vivere un momento di grande unione spirituale e pregare, tutti insieme, per questi figlioletti che forse non avremo mai la gioia di conoscere ed abbracciare fisicamente, ma per i quali sentiamo sicuramente un grande affetto.
La partecipazione all’iniziativa è stata massiccia, la chiesa era gremita ed insolitamente colorata: sul petto di tutte le mamme facevano bella mostra di sé, dei cuoricini rossi preparati da Suor Santina e dalle sorelle del gruppo. Nel dare il benvenuto a tutti i convenuti il nostro parroco Don Elpidio Lillo ha voluto sottolineare come le mamme siano il perno, il cuore della famiglia, un cuore capace di generare sacrificio, dedizione, tanto amore fino al dono totale della propria vita. E’ proprio sull’amore, ha ribadito Don Elpidio, che saremo giudicati, su quell’amore che spinge le persone a tendere la mano al fratello più debole, più bisognoso, e preoccuparsi non solo di chi ci sta accanto ma ci invita a volgere lo sguardo un pò più lontano. Quindi a nome di tutti i bambini adottati che nel giro di un anno hanno raggiunto un numero ragguardevole, siamo quasi a quota 100, Don Elpidio ha rivolto un caloroso grazie a tutti coloro che hanno accolto generosamente l’invito di Gesù ad uscire dall’egoismo a vincere l’individualismo dando la possibilità a chi è meno fortunato di nutrirsi e di crescere, di migliorare le proprie conoscenze e, un domani, le proprie condizioni di vita. Come segno visibile del ringraziamento è stato donato uno spillo d’argento che il parroco ha appuntato personalmente sul “cuoricino rosso” delle mamme sfilate davanti a lui al momento dell’offertorio. La cerimonia è stata vissuta in un clima gioioso e di grande raccoglimento. La festa è continuata nel pomeriggio al centro S. Erasmo , presso l’ex Canapificio, al ritmo delle danze, balli di gruppo, ed esibizioni canore; e si è conclusa a sera inoltrata con una buona pasta e fagioli offerta a tutti dai volontari della Caritas Parrocchiale.
 
 
ORARIO CELEBRAZIONI
Giorni Festivi: ore 9.00 - 11.00 - 18.30
Giorni Feriali e Sabato:
ore 18.30 
Ogni mercoledì:
Coroncina alla Divina Misericordia ore 15.00
Ogni Giovedì:
Adorazione eucaristica comunitaria e catechesi ore 19.30
Ogni Venerdì:
Lectio e riflessioni sulla Parola della Domenica ore 19.30
ORARIO CORSI
BATTESIMO domenica ore 17.00
CATECHISMO martedì e sabato ore 16.30
CRESIMA domenica ore 17.00
MATRIMONIO domenica ore 17.30
IL SANTO DEL GIORNO

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

LE PAROLE DI PAPA FRANCESCO
libreriadelsanto
METEO
LINK UTILI